LABORATORIO - VITE BREVI DI IDIOTI

Il corso

Sede di Monza
Domenica dalle 20.00 alle 23.00
Inizio: Domenica 8 ottobre ore 20.00

a partire da 740 €
contattaci per maggiori informazioni  
Torna alla pagina del corso

In questo corso...

Vite brevi di idioti


(dal racconto alla scena) 


Il lavoro verterà sulla trasposizione scenica di materiale proveniente da biografie di uomini semplici. Coloro che desiderano partecipare al laboratorio dovranno leggere Vite brevi di idioti, di Ermanno Cavazzoni. Professore di estetica all'università di Bologna, Cavazzoni pubblica, tra gli altri, Il poema dei lunatici, romanzo che ha ispirato Fellini per il film La voce della luna. I personaggi di Cavazzoni sono persone realmente esistite, accompagnate da un destino a metà tra genio e idiozia. Punto di partenza e pretesto per il nostro lavoro scenico, queste brevi storie invitano alla ideazione di luoghi quotidiani in cui accadono fatti straordinari, tragicamente comici e per lo più fallimentari : macchine volanti che non voleranno mai; piromani che non sanno maneggiare il fuoco; donne corteggiate da corteggiatori inesistenti e mariti che guardano solo le stelle; pittori che non sanno descrivere la propria pittura e critici che non capiscono le proprie parole. Nella prima parte dell’anno il training sarà volto alla traduzione di piccole storie secondo lo schema classico “inizio, evento, fine” attraverso il metodo delle azioni fisiche. La parola sarà frutto dell’elaborazione di queste piccole storie. Studieremo come si costruisce un personaggio attraverso la sua biografia: il suo mondo, la sua filosofia di vita, la psicologia che sottende al suo rapporto con gli altri. Nella seconda parte dell’anno svilupperemo le storie dei personaggi scelti dal testo di riferimento o da altri testi. Si tratta perciò di un lavoro autoriale. L’invito è quello di cercare, nella propria o in altrui esistenze anche illustri, fatti eccezionalmente semplici, perdite e piccole vittorie inaspettate che possano diventare storie da palcoscenico.

I docenti

Alessia Vicardi

Diploma di recitazione presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano - premio Sperani e medaglia d'argento. ( 1993- 1995) Master triennale di perfezionamento dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Mosca ( R.A.T.I) conseguito presso la Scuola dopo il Teatro diretta in Italia da Jurij Alschitz. (febbraio 2000- novembre 2002; Milano- Mosca- Bari). 1995 - vincitrice del concorso per borsa di studio Lina Volonghi presieduto da Annabella Cerliani presso il Teatro Piccolo Eliseo di Roma - vincitrice come migliore attrice della II Rassegna Nazionale delle Scuole di Teatro di Città di Castello, presieduta da Valeria Ciangottini. 2009 - vincitrice della XV ed. del Premio Girulà della critica campana come miglior attrice non protagonista 2011 - vincitrice della VI ed. della Borsa Lavoro “Alfonso Marietti” dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano in qualità di regista dello spettacolo Khub Nist o l’identità, di Deniz Azhar Azari e Alessia Vicardi