TEATRO IN INGLESE PER ADOLESCENTI

Il corso

Martedì dalle 15.00 alle 17.00
Sede di Monza

Costo: 
€ 450 soluzione unica
€ 510 pagamento rateale

Inizio:
Martedì 23 ottobre 2018 ore 15.00

a partire da 450 €
contattaci per maggiori informazioni  
Torna alla pagina del corso

In questo corso...


Shakespeare lab
corso di teatro in bilinguismo Italiano/Inglese per adolescenti

Il corso in bilinguismo presenta un'immersione nel teatro shakesperiano ed elisabettiano, tramite strumenti di pedagogia teatrale elaborati specificatamente presso il Globe Theatre di Londra. E' rivolto ad adolescenti dai 14 ai 18 anni, auspicabilmente con una precedente esperienza teatrale che permetta loro di fruire al meglio del percorso.

METODOLOGIE IMPIEGATE:
Pur rivolgendosi idealmente ad allievi che abbiano già qualche esperienza pregressa, il corso prevede una fase propedeutica e di conoscenza del gruppo basata su:
- giochi sensoriali
- attività cooperative e non competitive
- role play, giochi sulla gestione della leadership e di team building tratti dalla formazione aziendale e volti a rendere i ragazzi consapevoli delle strategie di lavoro in gruppo e a sviluppare dinamiche cooperative
- improvvisazioni corporee tratte dalla metodologia di danzaterapia Maria Fux
- improvvisazioni su personaggi e semplici nuclei narrativi
Già in questa prima fase si avrà cura di applicare tali metodologie all'esplorazione del repertorio shakesperiano.

Nella seconda fase del corso, individuati insieme ai ragazzi il testo (o gli eventuali diversi testi) su cui sviluppare la performance finale, verranno integrate attività di:
- Esplorazione vocale/sonora volte a sperimentare il valore ritmico e prosodico della parola in lingua straniera e ad accostarsi all’uso dell’inglese in modo creativo e gratificante, promuovendo contemporaneamente un arricchimento ulteriore delle proprie possibilità interpretative
- Potenziamento linguistico tramite improvvisazioni in lingua
- Creazione del personaggio (Metodologia Globe Education)
- Rielaborazione drammaturgica (Metodologia Globe Education)
- Coaching registico

OBIETTIVI ARTISTICO/ESPRESSIVI:
Il corso punta ad offrire ai ragazzi la possibilità di:
- Sperimentare creativamente gli elementi tipici del teatro elisabettiano, eventualmente rileggendoli in chiave attuale.
In particolare verranno esplorati:
1. il sistema dei personaggi (il villain, il fool, le creature soprannaturali..)
2. la relazione tra opera teatrale, pubblico e potere politico
3. le convenzioni sceniche
- Sviluppare un’identità creativa tramite l’esercizio di competenze autorali sul proprio personaggio
- Utilizzare la seconda lingua per accedere a nuove possibilità espressive

OBIETTIVI PEDAGOGICI:
In relazione all’età adolescenziale con le sue sfide, e alle possibilità offerte dal repertorio shakesperiano, verrà data particolare attenzione allo sviluppo di buone pratiche di relazione con sé, con la realtà circostante e con il gruppo, quali:
- Valorizzazione della diversità come ricchezza creativa ed esistenziale
- Esplorazione del tema legato all’identità di genere (disguise o travestimento; personaggi femminili interpretati da attori uomini ed eventuale viceversa; cambiamenti di identità)
- Sviluppo di autoconsapevolezza e disponibilità a supportare il gruppo, tramite attività quali il coaching registico, la partecipazione costante e condivisa al processo decisionale, la divisione dei compiti sulla base delle proprie risorse

OBIETTIVI LINGUISTICI:
Il corso si tiene in bilinguismo e offre ai ragazzi la possibilità di utilizzare la lingua straniera in senso espressivo prima che funzionale, raggiungendo quindi sia un obiettivo creativo che di apprendimento linguistico in senso proprio.
A seconda del gruppo, sarà possibile operare una delle seguenti scelte:
- Utilizzo della L2 come lingua di scambio accanto alla L1 fin dall’inizio del percorso
- Graduale inserimento dell’utilizzo della L2, mediato dall’incontro con i testi di Shakespeare.

I docenti

Lavinia Costantino

Attrice. Diplomata alla scuola Quellidigrock e laureata con lode in Storia del Teatro. 
Si specializza in animazione teatrale per l’infanzia presso il Piccolo Teatro di Milano, mentre grazie agli anni di permanenza in Inghilterra e Stati Uniti consegue il Certificate of Proficiency in English, attestante il bilinguismo.
Già impegnata professionalmente nel teatro sociale con la disabilità e nell'attività di spettacolo ed insegnamento per bambini ed adolescenti, si diploma danzaterapista secondo il Metodo Maria Fux con tesi sulla applicazione della danzaterapia nel trattamento dei disturbi di apprendimento. 
Nel 2012 fonda la cooperativa di artisti ed operatori delle tecniche corporee La Foresta di Sherwood, che riunisce professionisti di varia nazionalità ed esperienza artistica e culturale.