PaeSaggi Teatrali 2018

Aggiungi al Calendario

Lunedì 4 Giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"29 febbraio. S-Picchi di ordinaria follia"
Avvicinamento al teatro
Docente: Sara Drago – in collaborazione con Michele Mariniello 
Mina è una studentessa universitaria e una pendolare. Tutte le mattine viaggia dalla provincia per raggiungere la città, il cuore pulsante, il luogo dove costruire le basi del proprio nebuloso futuro. Il SubUrbano che la ospita, insieme ad una vasta umanità, viene definito un po' da tutti "carro bestiame". Ben presto Mina e tutti i passeggeri si accorgeranno che quel 29 febbraio non sarà un giorno come un altro. Un viaggio assurdo, un controllore assurdo, dei personaggi assurdi, tra spicchi e picchi di ordinaria follia. A raccontarci questa storia gli allievi dell'avvicinamento, che si sono messi in gioco con slancio e generosità per dipingerci questo piccolo cosmo che, in fondo, parla di noi!

Martedì 5 Giugno ore 20.30
Sala Picasso
"#beingyoung"
Adolescenti 14-18 anni
Docente: Fabio Zulli
Assistente: Noemi Radice
Noi stiamo ballando su una splendida e scivolosa pista da ballo, chiamata adolescenza, "Una continua danza della prima volta”. Ogni cosa è come nuova, i sogni superano di gran lunga i ricordi, ma forse sono pari alle paure. E se i sogni sono in lavorazione dall'alba... all'alba successiva, volevamo far parlare le paure. Ne abbiamo individuate alcune, le abbiamo portate alle estreme conseguenze; abbiamo messo i personaggi di fronte alle loro debolezze e al loro coraggio. Il risultato è una danza infantile, un girotondo ironico, eccessivo, inappropriato, eccitante e spaesato al contempo: così come solo a questa età si può essere.

Martedì 5 Giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Otherwise we are lost"
Adolescenti 11/14 anni
Docente: Vanessa Korn 
Assistente: Marco Duranti
Una storia che parla di aspirazioni e sogni chiusi nei cassetti e della fatica di condividerli con chi non riesce ad ascoltarli. Abbiamo giocato, improvvisato, inventato e scritto per raccontare quanto è importante capire chi siamo ed essere liberi di raccontarlo agli altri e costruire le nostre vite a partire da quello che desideriamo veramente.

Mercoledì 6 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Happiness only real when shared"
Avvicinamento al teatro 18-25 anni 
Docente: Vanessa Korn 
Assistente: Marco Duranti 
Che cosa ci spinge ad andare, a lasciare tutto e partire? E che cosa invece ci fa sentire che vale la pena tornare? Abbiamo deciso di raccontare un viaggio, di esplorare quel bisogno di ricerca, quell'inquietudine che porta l'essere umano a interrogarsi e capire davvero chi è per saper scegliere la propria strada. 
E andare.

Giovedì 7 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Una scoperta al buio"
Adolescenti 11-14 anni 
Docente: Ilaria Mauri
Le prime difficoltà sui banchi di scuola, la scoperta che non sempre in famiglia tutto è perfetto, le amicizie che sembrano essere l'unica ancora di salvezza in un marasma di relazioni complicate: tutte queste cose vissute a tredici anni. Siamo davvero tanti isolotti distanti gli uni dagli altri? C'è qualcuno che ci può dare una spinta a formare un unico continente emerso dal caos delle nostre solitudini? Un genitore... un'insegnante... uno psicologo... un bidello... Così finalmente potrò uscire di casa senza le cuffie con la musica di Sfera Ebbasta...

Venerdì 8 giugno ore 21.00
Sala Chaplin 
"Prossima fermata"
Adolescenti 14-18 anni
Docente: Daniele Crasti
Da dove siamo partiti? Da noi, o meglio, da loro. Abbiamo indagato alcune delle tematiche adolescenziali che stanno più a cuore ai ragazzi. Hanno scelto loro: bullismo, omologazione, il rapporto con i social, solo per citarne alcune. E come abbiamo fatto? Attraverso un viaggio. E chi poteva accompagnarci? Solo lui, che è stato forse il protagonista del viaggio più famoso al mondo. Dante Alighieri, accompagnato a sua volta dal suo maestro Virgilio. Ma Dante ha sempre avuto un sogno, poter essere un giorno come Virgilio. E così sia. Sarà lui ad accompagnarci.Si parte, si  scende nei gironi dell'inferno adolescenziale, ma i tempi sono cambiati signori, il vecchio barcaiolo è andato in pensione e ora si prende la metropolitana per spostarsi più velocemente. Quindi ci vediamo alla: ''prossima fermata!''.

Sabato 9 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"Mi gioco i genitori in 80 giorni"
Adolescenti 11-14 anni 
Docente: Maurizio Brandalese
Assistente: Matilde dell’Orto 

Sabato 9 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Scoiattoli alle noci"
Adolescenti 14-18 anni 
Docente: Marta Lucini
Scoiattoli alle noci è la sfida che mi hanno proposto gli allievi del corso adolescenti. Una sfida che racconta come la fortuna possa improvvisamente cambiare le cose e riscrivere la storia di una giovane ragazza. Una commedia ricca di equivoci e colpi di scena, con un cast davvero speciale..

Domenica 10 giugno ore 18.00
Sala Picasso
"Diario di una maschera"
Teatro Poesia
Docente: Dome Bulfaro
Quando indossiamo una maschera per dire la verità e quando una menzogna? Quando usiamo la verità come maschera? Quando ci mascheriamo dietro la verità? Quando mascherandoci dietro una menzogna giungiamo ad una nostra verità? La maschera è camaleontica e trasformista, può essere ingannevole quanto veritiera; la maschera si maschera, questa la sua più vera identità (o la sua menzogna più vera?). A noi il compito di smascherarla e smascherarci, laddove meglio si nasconde, anche in noi stessi, soprattutto a noi stessi. Cercate dove non avreste mai immaginato potesse nascondersi, non sottovalutate i suoi mille travestimenti.

Domenica 10 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Backup"
Adolescenti 14-18 anni della sede di Vimercate
Docente: Mirko Rizzi
Gioia Visconti ritorna a casa e a scuola dopo tre mesi di coma a seguito di un misterioso incidente avuto in gita scolastica. Non ricorda nulla. Chi è Gioia Visconti? Quella che emerge dai racconti degli amici o quella che scorre i numerosi post della sua vita digitale? E cosa successe davvero quella notte? 

Lunedì 11 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Quando inviti qualcuno a cena"
Adolescenti 11-14 anni della sede di Vimercate 
Docente: Mirko Rizzi
Un gruppo di amici studenti universtari si imbatte in uno psicopatico assassino e fortuitamente lo uccide. Dopo averlo seppellito in giardino si fa strada l'idea di invitare i peggiori esseri umani che incontrano a cena e provare a "redimerli". In caso contrario offrirgli una coppa di vino. L'ultima. Una commedia grottesca sulla giustizia.

Martedì 12 giugno ore 20.30
Sala Picasso 
"Che strani questi adulti!"
Adolescenti 11-14 anni 
Docente: Daniele Crasti

Martedì 12 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Quel che resta di Romeo e Giulietta"
Avanzato 18-25 anni 
Docente: Stefano Cordella 
Assistente: Camilla Grossi 
Un gruppo di ragazzi si ritrova una sera in un bosco vicino a Verona. Sono giovani ma il dubbio che l'amore e la vita possano non rivelarsi come immaginato si insinua in loro. Possibile trovare una soluzione in un secolo liquido come il nostro? Cambiano il tempo e lo spazio, nelle scene prendono vita i personaggi di Shakespeare, ma la domanda rimane sempre la stessa: cosa rimane di Romeo e Giulietta?

Giovedì 14 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"Cheese"
Over60
Docente: Marta Lucini
Cheese è un testo che parla della forza dell’amicizia dopo un evento drammatico. É una commedia sulla voglia di vivere e sulla capacità di riscoprire la propria femminilità con ironia. Consigliato a tutti coloro che pensano che la vita cominci a sessant'anni.

Giovedì 14 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"La vita è una stazione dove si staccano biglietti per l'aldilà"
Adolescenti 14-18 anni 
Docente: Maurizio Brandalese 
Assistente: Roberta Musto

Sabato 16 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Ho smesso di respirare"
Adolescenti 14-18 anni 
Docente: Valentina Paiano
Assistente: Noemi Radice
La pazzia è ovunque, ci circonda e noi non lo sappiamo, ci circonda. È nell'arte, nelle leggi, nella poesia, nella filosofia, nella scienza e nelle più geniali menti. La natura è folle, l’uomo è folle. Siamo tutti matti, come diceva il cappellaio, siete matti anche voi. E allora perché rinchiudere un matto e isolarlo dal mondo, se anche noi siamo come lui? Non ci credete? Vi mostreremo noi la follia allora, il 16 giugno, su questo palco. 

Domenica 17 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"Ciao"
Avvicinamento al teatro 
Docente: Luca Spadaro
Assistente: Marianna Inuso
C’è qualcosa dopo la morte, dopo l’ultimo ciao che diamo al mondo? Questa domanda c’è la facciamo da millenni e oggi finalmente abbiamo la definitiva risposta. L’aldilà è un ufficio, pieno di pratiche da compilare, di timbri da validare di code allo sportello. Perché solo la burocrazia è per sempre.

Lunedì 18 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"C'era una volta Cenerentola..adesso non c'è più!"
Avanzato teatro comico
Docente: Barbara Bertato
Assistente: Fabio Rivolta
Il saggio ripercorre il lavoro creativo dell’intero anno. Il gruppo ha voluto fermamente rappresentare una fiaba, Cenerentola, rivista attraverso i loro occhi. Sono così emerse anche tematiche come l’accettazione della diversità, e le paure connesse ma anche le potenzialità in essa contenute. 
Hanno improvvisato, hanno steso un canovaccio e poi si sono occupati delle scelte registiche, musicali, ed anche titolo e locandina!  Il mio obiettivo primario era promuovere autonomia, capacità di scelta e cooperazione. Ho lasciato che la loro comicità venisse fuori e mi sono limitata a mostrare loro come utilizzarla in modo efficace.

Martedì 19 giugno ore 20.30
Sala Picasso
Lezione aperta del Laboratorio
Il personaggio prende corpo
Docente: Claudio Marconi
Ingresso gratuito

Martedì 19 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"L'avvenire è nelle uova"
Laboratorio Under 35
Docente: Marco S.Bellocchio
Assistente: Valentina Mandruzzato
Grottesco, esilarante, assurdo, questo testo di Ionesco prende di mira vari temi sociali: dalla disgregazione della borghesia alla questione razziale, dal nichilismo al fascismo, dalle differenze generazionali alla piaga sociale del consumismo e dell’arrivismo. Ma lo fa con un linguaggio che spiazza, che disorienta, a volte inventato, che rende il tutto talmente assurdo da sembrare vero. Due famiglie, obbligano i rispettivi figli a prolificare, per la salvezza della loro razza. Il rito sarà seguito pedissequamente da tutta la famiglia, fino a quando otterranno quello che vorranno: la produzione di uova, uova e ancora uova. Finché qualcuno non ci lascerà “le penne”.

Mercoledì 20 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Ricordiamo di spegnere i telefoni cellulari"
Avvicinamento al teatro 
Docente: Dario Merlini
I telefoni cellulari, internet, chat e social network sono ormai parte integrante delle nostre vite e delle nostre personalità, diventano surrogati di rapporti di amicizia e relazioni affettive reali, in molti casi costituiscono il nostro canale di comunicazione preferito, se non l'unico.
I telefoni hanno invaso ogni aspetto della nostra vita, e esserne separati è ormai fonte di vera e propria "ansia". 
Anche in teatro, per quanti sforzi si facciano, rivendicano puntualmente la loro presenza, squillando nei momenti meno opportuni o illuminando il buio della sala. 
Non potendoli ignorare, ne abbiamo fatto i protagonisti del nostro saggio. Cercheremo di affrontare da più punti di vista e passando spesso dal comico al drammatico, il tema della comunicazione, dell'espressione dei sentimenti, dell'empatia nell'epoca dei telefoni cellulari, delle nuove tecnologie e della rete.

Giovedì 21 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Così costantemente confusi"
Laboratorio della sede di Vedano al Lambro
Docente: Rossana Carretto 
“Così costantemente confusi” è uno spettacolo composto da tre atti unici tratti da “Confusioni” di Alan Ayckbourn. Chi sono i nostri “costantemente confusi”? Una iper-mamma, dei vicini curiosi, un'efficientissima cameriera imperturbabile, coppie in crisi coniugale, un vicario di campagna, un organizzatore monomaniaco e una dolce maestrina di paese.
La comicità di questo spettacolo cresce all'interno di situazioni ben orchestrate, sapientemente aggrovigliate e trionfalmente paradossali attraverso perfetti meccanismi scenici.. Durante tutto l'anno gli allievi hanno studiato questa comicità particolarmente inglese che deve scaturire dalle situazioni reprimendo la tentazione di accentuarla, passando dal teatro dell'assurdo, a quello sperimentale per finire nella farsa dichiarata. Ognuno di loro ha lavorato sulla costruzione del proprio personaggio, attraverso improvvisazioni, per arrivare ad una reale connessione con gli altri personaggi in scena. Tutti pronti a restituire al pubblico il lavoro di un anno condividendo l'energia, l'entusiasmo e l'impegno alla base di questo percorso creativo indimenticabile.

Venerdì 22 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"Ada e le bulle" 
Adolescenti 14-18 anni della sede di Vimercate 
Docente: Sabina Villa
Ada fa Rossi di cognome. A significare che Ada è una ragazzina come tante. La sua è una vicenda inventata, ma non così inverosimile, anzi. Storie come quelle di Ada sono ancora molto, troppo frequenti. Lo spettacolo racconta il suo sentirsi sbagliata, il suo ergere un muro per proteggersi dalle coetanee da cui viene bullizzata, il suo cercare sostegno negli adulti che la circondano, impreparati a sostenerla. Il copione è una drammaturgia collettiva, nata dalle improvvisazioni delle allieve, che hanno contribuito ad una riflessione sul bullismo al femminile, portando a testimonianza esperienze vissute in prima persona o viste da molto vicino. La messinscena esplora il percorso emotivo di Ada, dal momento in cui si trincera dietro una maschera di silenzio in cui cerca protezione, fino a quando trova la forza di amarsi così com'è ed il coraggio di rivendicare la propria unicità.

Venerdì 22 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Volevo essere la Peppa Pig - 
l’ardente voglia di vivere in un mondo tutto rosa e superficiale"

Adolescenti 14-18 anni 
Docente: Maurizio Brandalese
Assistente: Alberto Viscardi 

"Volevo essere la Peppa Pig" è uno spettacolo irriverente che racconta la vera storia di un mondo tutto "rosa" e grugniti. Da quando è stata nominata "personaggio femminile dell'anno", la nostra Peppa ha chiamato a se più di un milione di fan che vorrebbero vivere la sua vita, priva di problemi e più finta della stessa finzione. Ma non è tutto rosa quello che grugnisce e anche le più belle storie d'amore nascondono del fango, così la nostra Peppa si troverà ad affrontare nuovi e misteriosi lati oscuri delle persone che pensava di conoscere più di se stessa. 

Sabato 23 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"L’influenza della gastronomia anglosassone sul funzionamento dell’area di Broca"
Avanzato 
Docente: Luca Spadaro 
Assistente: Silvia Zicaro
Nei dintorni di Londra, dopo una tipica cena inglese, le parole possono perdere il loro significato e guadagnare senso. Un giro sulle montagne russe del Teatro dell’Assurdo.

Sabato 23 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"E adesso che FO?"
Laboratorio di teatro comico
Docente: Alfredo Colina
Assistente: Tania Cacciero
"Coppia aperta?"....mah, chi può dirlo! Questo uno dei dubbi che sorgeranno mentre guarderete lo spettacolo degli allievi del laboratorio di teatro comico, condotto da Alfredo Colina, che si cimenteranno in una rivisitazione e personalizzazione del testo "Coppia aperta, quasi spalancata" di Dario Fo e Franca Rame, ovviamente con intermezzi e finale a sorpresa!

Domenica 24 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"Con l’anima sulle labbra"
Laboratorio
Docente: Alessia Vicardi
Assistente: Cecilia Negro
Il laboratorio ha come tema centrale la costruzione del personaggio attraverso il cerchio neutrale. Si tratta di un esercizio articolato in una serie di tappe che includono sia il lavoro dell’attore su sé stesso, sia il lavoro dell’attore sul personaggio. Lo scopo è aumentare la consapevolezza della propria presenza scenica passando attraverso una sorta di trasparenza che permetta all'attore di lasciarsi attraversare da sollecitazioni esterne senza farsi distrarre da elementi inutili alla vita scenica. Senza l’ingombro del commento a ciò che accade, l’attore è più libero e ha più tempo per cogliere tutte le possibilità che gli si offrono al fine di scoprire costantemente qualcosa di nuovo, per sé e per personaggio. Partendo dalle informazioni date dal testo, il processo consente di ricostruire la vita dei personaggi, la loro logica, la filosofia, il punto di vista e attraverso circostanze date e immaginarie i personaggi si collocano in situazioni precise che danno loro la concretezza necessaria e la motivazione per parlare di sé. I personaggi creati raccontano di un’umanità commovente, tormentata, ironica, piena di rimpianti, desiderosa di redenzione o senza l’ombra di un rimorso, nel loro momento più sincero: quello della morte. Durante una festa di paese, circostanza immaginaria emersa durante le improvvisazioni,  i personaggi avranno l’occasione per rivelarsi in tutta la loro sincerità.

Domenica 24 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Questo spettacolo è una chimera"
Adolescenti 14-18 anni 
Docente: Enrico Roveris 

Lunedì 25 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"RadioGiallo"
Recitazione radiofonica
Docente: Dario Sansalone
1940, in un piccolo studio dell’E.I.A.R., l’Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche sta per iniziare la diretta del radiodramma Il mistero del Labirinto quando per ordine del Ministero della Cultura Popolare, su direttiva del Duce stesso, bisogna cambiare il finale. L’assassino non può essere un italiano. È così che, tra la comparsata di un’attrice famosa e l’ispezione di un Console Generale della Milizia, attori, rumorista e il regista cercano di trovare un colpevole. Il microcosmo della radio diventa lo specchio di una realtà sotto censura nella quale il raccontare è l’ingegnarsi a trovare scappatoie. Dieci anni dopo, nello stesso piccolo studio, la stessa troupe e una nuova produzione. Poco prima della diretta lo stesso problema: bisogna cambiare il finale. L’Onorevole non vuole che l’assassino sia un prete. 

Lunedì 25 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Quasi tali e quali"
Canto
Docente: Sarah Demagistri

Canzoni: SALVATORE Lana Del Rey; SUMMER WINE Lana Del Rey; BILLIE JEAN Michael Jackson; PERSONAL JESUS Depeche Mode; SPACE ODDITY David Bowie; COMFORTABLY NUMB Pink Floyd; SEVEN NATION ARMY The White Stripes; DON’T LET THE SUN GO DOWN Elton Jhon; CARLESS WHISPER George Michael; LA ISLA BONITA Madonna; YOU KNOW I’M NOT GOOD Amy Winehouse; (I SEE FIRE) Ed Sheran; CAROUSEL Melany Martinez; ALMOST THERE da La Principessa e il Ranocchio.

Martedì 26 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Variazioni su Don Giovanni 
ovvero sulla differenza tra "qualcosa" e "qualcuno”"
Avanzato
Docente: Fabio Banfo
Assistente: Lucia Ghisellini
Don Giovanni è una delle figure caratteristiche della cultura occidentale. É un personaggio che di riscrittura in riscrittura, attraverso teatro, letteratura, musica e cinema è assurto al rango di Mito o di Archetipo. Questo saggio vuole indagare attraverso il gioco della variazione sul tema le diverse sfumature tra luci ed ombre di un personaggio che incarnando in modo camaleontico quasi ogni vizio, ci dice moltissimo su chi siamo,  su cosa non dovremmo mai fare agli altri, sul fatto che dovremmo sempre sapere qual è la differenza tra qualcosa e qualcuno.

Mercoledì 27 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Sai nuotare a stile libero?"
Avvicinamento al teatro comico
Docenti: Alfredo Colina e Rossana Carretto
Assistente: Manuela Chiarella
Il percorso che abbiamo fatto sugli allievi ha avuto come obbiettivo le loro qualità attoriali e non la drammaturgia o la narrazione di un testo. Per questo motivo in scena porteremo un unico testo, molto semplice ma interpretato in vari modi o stili, il tutto proprio a valorizzare l'interpretazione e a divertire lo spettatore attraverso la scoperta di come una stessa storia può essere raccontata con tante diversissime ed esilaranti sfumature.

Giovedì 28 giugno ore 21.00
Sala Chaplin
"Le cognate"
Laboratorio
Docente: Amedeo Romeo
Assistente: Ilaria Cassanmagnago 
Questa è la storia tragicomica di dodici donne, di 1 milione di bollini da attaccare e di una quotidianità ironica e cruda. Le allieve (per il vero c'è anche un maschietto) del laboratorio, dopo aver lavorato sulle caratteristiche fisiche di personaggi grotteschi si sono cimentate in questa opera contemporanea che farà ridere e riflettere.

Mercoledì 27, Giovedì 28 e venerdì 29 giugno ore 20.30
Sala Picasso
"La visita"
Adolescenti intensivo
Docenti: Enrico Roveris, Luca Spadaro, Ken Ponzio, Sofia D’Alessio
Siamo nel 1973. È il periodo in cui in tutto il mondo lo spirito della protesta conquista i giovani, dall'ultima marcia contro la guerra del Vietnam a Washington, agli studenti del Politecnico di Atene in rivolta, a Wounded Knee (e chi se lo ricorda Wounded Knee?). È il periodo in cui a Londra sta per nascere il punk, si canta Children of revolutiondei T.Rex, Ziggy Stardust se ne va in giro per il mondo grazie a David Bowie e Lou Reed cammina sul lato selvaggio. È il periodo in cui un tale di nome Stanley Kubrick sconvolge il mondo con Arancia Meccanica. A Gullate Brianza però nel 1973 non succede niente. O forse no. I giovani di Gullate, finita la maturità pensano alla festa a casa dell’amico e ad essere giovani. A Gullate c’è Baglioni che canta Piccolo grande amore, ci sono le ragazze che pensano ai ragazzi e i ragazzi che pensano alle ragazze. Basta però che un “incidente” incrini la loro spensieratezza e minacci di catapultarli nel mondo adulto che i ragazzi, uniti, allontanano codardamente il problema. Il “problema” tornerà quarantacinque anni dopo per vendicarsi.

Domenica 1 luglio ore 20.30
Sala Chaplin
"Festa a parti invertite"
Quest’anno la festa la fate voi!
Come puoi partecipare?
Puoi fare il balletto iniziale
oppure fare l’asociale
Puoi inventare la coreografia
e infilarci un’acrobazia
Puoi scegliere le canzoni
e fare anche delle citazioni
Puoi presentare la serata
o far con noi una chiaccherata
Puoi intervistare gli ospiti seduti
o raccogliere i rifiuti
Puoi allestire la mostra all’ingresso
o riparare il cavo sconnesso
Puoi portare i premi ai vincitori
oppure fare il buttafuori
Puoi stare in regia
ad aiutare il tecnico se ha un’amnesia
Scrivici cosa vuoi fare
basta che stai con noi per festeggiare!
parteciperanno:
I soci fondatori della Scuola di Teatro Binario 7
Il sindaco di Monza Dario Allevi
Silvana Fallisi e Aldo Baglio